SEI IN > VIVERE ROVIGO > ATTUALITA'
articolo

Fratta Polesine al centro dell’Italia per il francobollo dedicato a Giacomo Matteotti

4' di lettura
184

Il 10 giugno 2024 sarà una giornata da ricordare per Fratta Polesine e la sua comunità. Dopo un lungo percorso, avviato dalla locale amministrazione comunale, il Ministero dell’Impresa e del Made in Italy ha autorizzato l’emissione di un francobollo in ricordo dei 100 anni dall’assassinio di Giacomo Matteotti.

L’emissione filatelica

Francobollo: Onoranze a Giacomo Matteotti

Ad oggi non è possibile ancora svelare l’immagine del francobollo ed allora ricordiamo la precedente emissione (autorizzata con Decreto del Presidente della Repubblica n. 528 del 17 maggio 1955) dedicata a questa grande figura politica, realizzata il 10 novembre 1955. Si trattava di un valore da lire 25, di colore rosso, che ritraeva il giovane segretario del Partito Socialista Unitario. Traiamo direttamente dal Bollettino Ufficiale dell’allora Ministero del Poste e Telecomunicazioni uno stralcio delle parole scritte dal Paolo Treves:

“Era il più forte ed il più degno – disse subito Filippo Turati alla notizia della morte di Matteotti – doveva esser il più duramente colpito. E in quella mirabile orazione che pronunciò all’assemblea delle opposizioni il 27 giugno, egli tramandò ai venturi le frasi che Matteotti disse morendo agli scherani armati e che uno di questi lasciò trapelare “Uccidete me, ma l’dea che è in me non la ucciderete mai… La mia idea non muore… i miei figli si glorieranno del loro padre”. …. Su di lui sono state scritte migliaia di pagine in tutte le lingue del mondo. Il suo nome resterà per sempre monito e auspicio di libertà”.

Immagine che contiene giornale, testo, Notizie, Carta da giornale

Descrizione generata automaticamente

Il tempo passa ma gli ideali di libertà e democrazia non sono mai tramontati, neppure dopo un Seconda Guerra Mondiale, devastante e divisiva, le crisi internazionali, la piaga del terrorismo. Il ricordo di Matteotti arriva in un momento delicato per le nostre comunità, impegnate con un progresso troppo veloce e che spesso non tiene conto delle nuove povertà, non solo economiche ma anche morali. Oggi l’Europa vive un esercizio di democrazia attraverso le elezioni per il nuovo parlamento e gli insegnamenti di Matteotti sono ancora vivi ed attuali.

Queste le parole che abbiamo raccolto dal Sindaco di Fratta Polesine, Giuseppe Tasso

Fratta Polesine (RO) - Sindaco e Amministrazione Comunale

Questo francobollo è il coronamento di un percorso e di un impegno che ha impiegato un po’ di tempo ma che ora vediamo coronato. Matteotti, nato proprio a Fratta, rappresenta un’immagine profonda della democrazia. Da giovane ho conosciuto anche i due figli di Matteotti e devo dire che la figura di Giacomo va oltre la politica per avvicinarsi agli aspetti più umani, indispensabili per permettere alla società di vivere in pace e concordia, come la lotta alla povertà. Io penso che questo insegnamento valga ancora oggi e stia agli uomini politici occuparsi nel benessere dei propri cittadini, delle proprie comunità e della propria Nazione; un compito difficile ma essenziale. Davanti a situazioni di povertà e degrado ogni politico, al di là degli schieramenti e dei “colori” deve fare di tutto per risolverle. Ecco perché la figura di Matteotti è da considerarsi “super partes”, il cui esempio e sacrificio ci deve indurre a riflettere e ad agire nel nostro impego quotidiano

La Casa-Museo Matteotti ed il Comitato Provinciale Polesano Celebrazioni

Sabato 8 giugno 2024 la Casa Museo Giacomo Matteotti ha riaperto le porte al pubblico, dopo gli importanti lavori di restauro conservativo e di riallestimento realizzati su progetto del Professor Molinari e promossi e sostenuti dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, dal Comune di Fratta Polesine e dall'Accademia dei Concordi di Rovigo.

Immagine che contiene aria aperta, finestra, albero, facciata

Descrizione generata automaticamente

La Casa Museo, fortemente rinnovata al suo interno, si presenta con nuovo allestimento secondo l'orientamento dei più moderni musei europei ( Home - Casa Museo Giacomo Matteotti). Fa parte del Sistema Museale Provinciale Polesine ed è stato riconosciuto monumento nazionale.

A mantenere vivo il messaggio di Matteotti ci ha pensato anche il “Comitato provinciale polesano celebrazioni Matteotti 1924-2024” costituitosi per volontà del Comune di Fratta Polesine e dell’Accademia dei Concordi (proprietaria della casa – museo grazie al lascito dei figli dello statista) ed è costituito da Enti Pubblici ed Associazioni non solo del territorio polesano (https://www.centenariomatteotti.it/).

L’evento filatelico

Il servizio temporaneo sarà disponibile il giorno 10 giugno 2024 presso l’Ufficio Postale di Fratta Polesine, Via Marco Fortini 2 dalle ore 8,20 alle ore 13,45 per l’emissione “primo giorno” del francobollo e di tutti i prodotti filatelici che renderanno unico ed imperdibile questo momento storico per Fratta e per chi ha a cuore i concetti della democrazia perché, come ebbe a dire Giacomo pronunciando le ultime parole “…Uccidete me, ma l’dea che è in me non la ucciderete mai…” ci ricorda l’importanza di lottare per le proprie idee senza dimenticare il rispetto per le idee altrui.

(contributo video youtube - Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico)





Questo è un articolo pubblicato il 09-06-2024 alle 15:47 sul giornale del 10 giugno 2024 - 184 letture






qrcode