SEI IN > VIVERE ROVIGO > CRONACA
articolo

Intensificati i servizi di controllo economico del territorio: sequestrati migliaia di prodotti irregolari

2' di lettura
8

Con l’approssimarsi delle festività natalizie, durante le quali tradizionalmente si registra un notevole aumento delle operazioni commerciali, sono stati intensificati i controlli su tutto il territorio Polesano da parte della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Rovigo tesi a tutelare i consumatori sempre più esposti a condotte di imprenditori che immettono sul mercato prodotti non conformi oppure prodotti non rispettosi degli avanzati standard di sicurezza europei.

Sulla scorta delle indicazioni ricevute il Gruppo di Rovigo ha organizzato una serie di controlli sul territorio provinciale volti proprio a contrastare la commercializzazione di tali prodotti che possono costituire pericolo per il consumatore se non adeguatamente informato.

A tale scopo sono state predisposte diverse pattuglie di controllo che hanno interessato anche le aree delle tenenze di Adria, Lendinara, Loreo e Occhiobello.

Una settimana di intensa attività che ha riguardato sia locali commerciali che spazi di vendita all’aperto.

Fra i numerosi controlli eseguiti, due sono stati irregolari ed hanno portato principalmente al sequestro amministrativo da parte del Gruppo di Rovigo e della Tenenza di Adria di oltre 7.000 prodotti irregolari (fra questi, giocattoli e attrezzi per il fai-da-te) esposti per la vendita e totalmente privi di etichettatura ovvero di istruzioni relative al loro utilizzo, così come prescritte dal Codice del Consumo. In entrambi i casi, in aggiunta sono state applicate sanzioni amministrative fino a un massimo di 25.823 per ciascuna impresa controllata. Compete adesso alla Camera di Commercio valutare il contesto.

Presso altri locali commerciali, inoltre, sono stati eseguiti numerosi controlli sia sulla regolare emissione degli scontrini fiscali che sul rispetto degli altri adempimenti previsti dalle leggi vigenti, fra cui la normativa sul commercio di prodotti sottoposti ad accisa, come gli alcolici.

I controlli hanno interessato anche la movimentazione delle merci lungo le arterie stradali, nel corso dei quali sono stati sequestrati tre automezzi per violazioni al codice della strada.

Gli interventi si inquadrano nel contesto delle attività di controllo di polizia economico-finanziaria che, oltre che tendere a disarticolare le filiere dell’illecita commercializzazione di prodotti non conformi e pericolosi per gli utilizzatori, mirano anche a contrastare le pratiche di illecita concorrenza nei confronti degli operatori che, rispettosi delle regole, sostengono maggiori costi.





Questo è un articolo pubblicato il 11-12-2023 alle 11:08 sul giornale del 12 dicembre 2023 - 8 letture






qrcode